Arbitro mediocre, come previsto

Roberto Stancati

Roberto Stancati

Più ombre che luci nella direzione di gara del sig. Meraviglia che spesso ha lasciato correre quando non doveva ed ha ammonito in modo esagerato soprattutto i giocatori silani che escono dalla partita con tre squalificati per il prossimo turno. Il pareggio della Cremonese è viziato da un fallo su Vaisanen non rilevato né da Meraviglia, né dall’assistente Moro (di Schio in provincia di Vicenza) sul fronte d’attacco destro dei lombardi da cui si origina la rimessa decisiva per il gol, sempre nel primo tempo Caso è atterrato più volte e l’arbitro non batte ciglio come alla fine quando lo stesso Caso era passibile di un cartellino diciamo arancione per un brutto fallo su un difensore grigiorosso, per Meraviglia come per il primo assistente Moro tutto regolare. Per il resto nulla da segnalare in una partita corretta e vinta meritatamente dalla neo capolista Cremonese. Buona l’assistenza del sig. Claudio Barone. Infine il VAR Niccolò Baroni giudica a ragione regolare il gol di Larrivey che all’inizio aveva portato in vantaggio il Cosenza.

ULTIMI RISULTATI

CLASSIFICA

ULTIMI TWEET

Condividi la news

Condividi questa news cliccando sul social