Bisoli:”Non possiamo commettere questi errori…”

Marco De Paola

Marco De Paola

Queste le parole rilasciate da mister Bisoli al termine della gara contro il Monza, che ha visto i lupi soccombere con il risultato di 0-2. Il mister punta sull’attenzione e promette battaglia per la gara di giovedì contro il Benevento

Una partita che si doveva giocare fino alla morte, ma lei ha schierato solo una punta: Caso, solo li davanti. È sembrato anche un segnale di resa, come a dire aspetto il Monza. Inoltre il solito errore Carraro, Palmiero: i due insieme non possono giocare.

“Ci vuole umiltà, perché affrontavamo la prima della classe. La partita era preparata così, ma la abbiamo persa su due ingenuità. Sull’1-0 la partita doveva essere gestita in un altro modo, allora ho messo Laura, anche se non abbiamo creato chissà cosa. Nel secondo tempo eravamo partiti bene, ma il secondo rigore ci ha tagliato le gambe. Noi non possiamo permettere di far fare goal ad una squadra come il Monza. Abbiamo regalato due rigori su due ingenuità”.

Sicuramente loro erano più forti, ma almeno provare a giocarsela. Con l’ingresso di Laura le cose sono cambiate. A questa squadra manca una continuità nella cattiveria agonistica.

“La squadra sulle seconde palle arrivava, ma comunque difronte avevamo una signora squadra. La partita doveva essere questa. Nel secondo tempo ci abbiamo provato fino al 2-0. L’unica cosa positiva è che anche le altre non fanno punti. Noi abbiamo questa occasione giovedì che ci servirebbe per staccare il Vicenza”.

Il vero Cosenza quale è? Quello di Ferrara dove è stato scippato di tre punti, oppure quello di oggi dove nel primo tempo ha avuto un 20% di possesso palla. In queste ultime 5 partite si affronteranno 3 squadre di altissima classifica, quali sono le ambizioni?

“Sicuramente quelle di ripetere le prestazioni che abbiamo fatto a Ferrara e con il Lecce in casa. Non dobbiamo però essere spavaldi. Siamo attanagliati dalla paura. Noi dobbiamo fare il massimo giovedì. Mi scuso con il pubblico se non abbiamo fatto punti. Siamo dentro ai play-out anche perché le altre stanno sbagliando. Noi ci giochiamo le nostre carte, i ragazzi hanno dato tutto. Da quando sono arrivato io abbiamo subito contro 7 rigori, per cui dobbiamo limitare gli errori. Non penso che il Monza abbia stra-meritato. Il nostro piano è questo, dobbiamo mantenere la categoria”.

Giocando così siamo sicuri che si raggiungeranno i play-out?

“Anche le altre fanno fatica. C’è una estrema difficoltà in questo campionato. Noi però siamo sempre stati dignitosi. Oggi il primi tempo è stato brutto. A Ferrara quando abbiamo giocato con una nostra paritaria abbiamo fatto bene e così sarà ai play-out. Giovedì abbiamo una chance importante. Anche un punto sarebbe importante. Dobbiamo soffrire, prendere gli insulti. Non piaceranno le prestazioni così, ma noi dobbiamo proseguire su questa strada. Giovedì giocheremo contro una squadra fortissima, così come Lunedi prossimo. Non so se la chiave è giocare come il secondo tempo di oggi, se lo sapessi lo farei. Non possiamo però commettere questi errori”.

L’atteggiamento non è quello giusto. Non si vede la bava alla bocca, anzi si sono visti due regali di Pasqua con i due rigori. Tolti Florenzi e Caso la squadra aveva poca voglia di lottare.

“Non sono d’accordo. La squadra non ha concesso situazioni da goal al Monza che è superiore a noi. Gli avversari palleggiavano velocemente e quando abbiamo alzato la testa abbiamo preso il secondo goal. Devo dare ai ragazzi maggiore spregiudicatezza. Noi giovedì cercheremo di alzare intensità e concentrazione. Noi dobbiamo lavorare, pedalare, ma tutto sommato siamo ancora appesi al play-out. La cosa positiva è questa: ci dobbiamo aggrappare alla situazione globale anche delle altre. Chiedo a tutti di stare uniti. La medicina è lavorare”.

Sulle prestazioni si possono avere opinioni diverse, ma sui numeri no. Su 10 partite il Cosenza ha fatto 6 punti, con una media di 0.6. Difficilmente ci si può salvare con questa media…

“Per me sono 9 partite, perché la prima è stata giocata dopo un allenamento. Dobbiamo considerare anche che siamo in difetto di punti per via delle gare pareggiate nel recupero. Dovremo farli prima o poi. Quando incontreremo delle squadre che sono alla nostra portata dobbiamo vincere, mi viene da pensare a Pordenone e Cittadella. Ma a livello di prestazioni abbiamo sempre fatto buone gare, escluso il primo tempo di Terni”.

Anche oggi un goal nel primo quarto d’ora. Conoscendo questa carenza le squadre avversario giocheranno al massimo.

“Dobbiamo alzare attenzione ed intensità. Tutto sommato non stavamo giocando male. Il problema è che quando affrontiamo un avversario in area non ci siamo con la testa e siamo troppo precipitosi”.

ULTIMI RISULTATI

CLASSIFICA

ULTIMI TWEET

Condividi la news

Condividi questa news cliccando sul social