Bene l’arbitro, non il Cosenza

Roberto Stancati

Roberto Stancati

Buona la direzione del sig. Marini che ha sbagliato poco o nulla. Giusto revocare il rigore al Cosenza nel primo tempo prima concesso e poi tolto per fallo di Laura sul portiere, giusto concedere il rigore ai silani nella ripresa per fallo su Florenzi, giuste anche le ammonizioni comminate e quindi nulla da dire sul fischietto romano, piuttosto è grave l’errore dell’assistente Gualtieri che segnala fuorigioco inesistente sul rigore poi revocato nel primo tempo. Buona l’assistenza di Della Croce e del VAR Sacchi.

Per quanto riguarda la gara, non è stato il peggiore Cosenza ma il Parma ha fatto valere il suo maggior tasso tecnico e non ha rubato nulla anche se alla fine, pesando le occasioni da rete, un pari non sarebbe stato scandaloso. Dopo che Larrivey ha trasformato il rigore che riapriva la partita, Palmiero e Pandolfi hanno avuto due grosse opportunità sprecate malamente e alla fine è arrivato il 3-1 di Bernabè autore così di una doppietta. Detto questo non capiamo il ritardato ingresso di Florenzi che ha cambiato l’inerzia del match, la sostituzione di Caso che comunque davanti crea grattacapi e la stessa posizione dell’ex genoano che nel primo tempo ha giocato troppo arretrato per offendere concretamente. Negative le prestazioni di Venturi, Carraro e Vallocchia e centrocampo da rivedere mentre in avanti Larrivey ha giocato una buona partita non supportato bene da un Laura che ha buoni numeri ma non è sfondatore. Difesa da registrare con il i tre gol del Parma realizzati senza opposizione, inconcepibile. Ora si riparte subito e bisogna rialzare la testa perché martedì si deve andare a far risultato a Ferrara se si vuole cullare ancora qualche speranza in attesa del recupero con il Benevento dove si potrà recuperare sulle concorrenti dirette in questo mini campionato a 4 nelle zone basse della classifica.

ULTIMI RISULTATI

CLASSIFICA

ULTIMI TWEET

Condividi la news

Condividi questa news cliccando sul social