Un Cosenza piccolo piccolo

Roberto Stancati

Roberto Stancati

Poca roba il Cosenza che subisce una grave sconfitta senza attenuanti contro una Ternana in dieci dal 30′ che con il minimo sindacale dispone dei silani apparsi slegati, poco determinati e senza quel piglio che ci si aspettava. Fortuna che il Cosenza resta a galla per le disgrazie altrui ma certo è una magra consolazione con la capolista Lecce alle porte già martedì seguito dal derby a Reggio. Ha funzionato niente tra gli uomini di Bisoli salvando solo il reparto avanzato dove ha brillato Caso e dove Larrivey e Laura hanno tentato il possibile. Per il resto a cominciare dall’incertissimo Vigorito e poi via via tutti gli altri non sono scesi in campo dando strada a un avversario per niente trascendentale. Bisogna far tesoro degli errori e andare avanti per quanto è possibile cercando di sfruttare quella partita in più, peraltro proibitiva, da recuperare con il Benevento. Certo il Cosenza visto, anzi non visto oggi fa preoccupare e non poco. Continuando con queste prestazioni, purtroppo, la retrocessione è dietro la porta.

Nel complesso sufficiente la direzione del Sig. Baroni macchiata però da un grave errore che poteva incidere sull’esito della partita comunque poi vinta meritatamente dalla Ternana che al 30′ subiva una espulsione eccessiva di Defendi che toccava Caso come risposta a un fallo, un’ammonizione sarebbe stata più giusta. Detto questo la partita è scivolata via tranquilla con il giusto annullamento per fuorigioco di due gol agli umbri e uno con Larrivey ai calabresi. Buona la assistenza di Lanotte e Garzelli.

ULTIMI RISULTATI

CLASSIFICA

ULTIMI TWEET

Condividi la news

Condividi questa news cliccando sul social