Crotone-Cosenza: le pagelle rossoblù

Carmine Calabrese

Carmine Calabrese

Vigorito 6: ritrova la maglia da titolare e sfodera un paio di interventi strepitosi. Peccato per i tre gol subiti.

Vaisanen 5,5: nei primi 45’ regge bene la foga agonistica dei padroni di casa. Nel secondo tempo, soffre, maledettamente, l’irruenza e la velocità di Kargbo.

Rigione 5,5: stesso discorso per il compagno di reparto. Vince tanti duelli di testa e segna il gol del raddoppio. Si fa sventolare il giallo che gli costerà la squalifica.

Camporese 6: dalle sue parti il Crotone non riesce a sfondare e a rendersi pericoloso. Peccato per quel tocco di mano che “rialza” gli uomini di Modesto.

Situm 5: ha perso lo smalto e l’imprevedibilitá delle prime giornate. Anche lui soffre l’irruenza di Kargbo.

Kongolo 6: ha gambe, muscoli, idee. È lui la “mente” del centrocampo, mette il suo piede in tutte le azioni più pericolose.

Palmiero 4,5: non si capisce se il suo è un problema fisico, tecnico o di “testa”. Quando il Crotone alza i ritmi a centrocampo, soffre maledettamente e non riesce a spezzare il gioco avversario.

Ndoj 4: non entra mai in partita. Fa sentire la sua presenza in campo, più per il suo nervosismo che per la sua tecnica. Da uno della sua esperienza e intelligenza tattica, ci si aspetta molto di più.

Liotti 5,5: a parte il gol del “sorpasso” e il cross per la zuccata di Rigione, non fa vedere cose straordinarie. Limita bene le folate di Calapai.

Caso 7: è ovunque. Recupera palloni anche in difesa e con la palla al piede è davvero imprendibile. Favoloso il “tocco” con cui manda Laura in porta. Da un suo tiro nasce il gol di Liotti.

Laura 7: finalmente. Si sblocca e realizza un gol che ha dentro tutto: classe, tecnica, rabbia e agilità. Brucia i suoi marcatori.

Bisoli 6: se avesse avuto un po’ più di furbizia nei cambi e nella gestione di alcuni momenti della gara, si meriterebbe 8. Nonostante l’area fosse imbottita di difensori, la sua squadra getta alle ortiche tre punti a 90’’ dal triplice fischio.

Subentrati

Carraro 5,5: vedi Palmiero. Non riesce a leggere alcune situazioni di gioco ed è lento nel far ripartire l’azione.

Histrov 5: entra ma non riesce a fermare la determinazione di Kargbo. Anche lui perde la “bussola”.

Venturi sv: anche se la tentazione di “bocciarlo” è tanta.

Millico: s.v.

ULTIMI RISULTATI

CLASSIFICA

ULTIMI TWEET

Condividi la news

Condividi questa news cliccando sul social