Bisoli: “A Crotone sarà una Battaglia”

Eliseno Sposato

Eliseno Sposato

Pierpaolo Bisoli, allenatore del Cosenza, intervenuto in conferenza stampa in vista del derby col Crotone, partendo con l’analisi della sconfitta di Como: “La squadra ha lottato fino alla fine, sul 2-0 poteva mollare invece abbiamo cercato di fare. L’emblema è stato Caso, che ha corso 90 minuti. Nel primo tempo ha fatto il quinto di centrocampo e ha salvato due gol. Nel primo tempo c’è stata attesa, poi quando abbiamo iniziato a giocare ci siamo un po’ aperti. Dobbiamo trovare un equilibrio e in due giorni non è facile.
“Sul piano della disponibilità, – ha proseguito il tecnico dei silani – lo posso assicurare, la squadra c’è. Ieri sera abbiamo cenato insieme per fare gruppo. Chiaro che ci vuole fretta, le gare sono ravvicinate. All’inizio erano insicuri, poi si sono sbloccati. Il problema delle seconde palle è dovuto alla partenza contratta. Cercavamo la palla lunga ma restavamo molto bassi. Nel secondo tempo ci siamo messi un po’ a posto. Devo essere bravo io a trovare soluzioni sulla seconda giocata”.

Molto probabile che contro il Crotone si torni al modulo più congeniale alla squadra: “Ai centrocampisti forse ho dato troppe soluzioni di lettura, abbiamo fatto fatica ed è stata colpa mia. Meglio dargliene una, fare un passo indietro. Lo stesso discorso l’ho fatto sul modulo, nel secondo tempo siamo passati al 3-5-2. Andremo su questo modulo anche con le caratteristiche dei giocatori rientranti, anche sfruttando Palmiero, che voglio torni quel giocatore che va a contrasto e apre il gioco”.

Stuzzicato su alcuni nomi dei calciatori in rosa, Bisoli si è espresso così: “Non possiamo innamorarci di un giocatore. Ci sono elementi più bravi a subentrare che a giocare dall’inizio. Aldo Florenzi mi piace, è un giocatore interessante, il suo ruolo è la mezzala, attaccare lo spazio. Non creiamogli troppa pressione. Non escludo a priori che possa giocare titolare, è tra i probabili. In Serie B le partite sono fisiche, abbiamo perso contrasti a centrocampo e da lì sono arrivati i gol. Lo spirito visto in Florenzi, in Caso, al quale ho fatto i complimenti davanti a tutta la squadra e ribadito che dobbiamo ripartire dalla sua prestazione, in Millico, vanno sfruttati ma anche salvaguardati”.
Bisoli si è detto anche disponibile a fare ricorso a Gerbo, troppo frettolosamente messo da parte sul volere di Goretti che avrebbe voluto cederlo:
“Gerbo per me è un esterno. Cercherò di rimetterlo dentro, in questo momento ho bisogno di tutti. L’obiettivo è trovare un blocco di 15 o 16 giocatori da ruotare, non posso cambiare ogni partita,. In questi tre giorni ho visto tutte le gare del Cosenza dove spesso si è cambiata la formazione”.

Per questa gara sarnno tutti disponibili ed il momente delle scelte arriva anche per il neotecnico rossoblù: “Di Pardo ha ancora dolore alla spalla, ha timore anche a correre. Ritroviamo Laura, Kongolo vuole rientrare, Vigorito rientra al 90% perché ha accelerato, ritroveremo anche Sy. C’è da valutare Ndoj che a Como evidentemente non stava bene. Recuperiamo anche Pandolfi che ho visto in allenamento e qualche colpo ce l’ha. A me ora fare la presenza non serve, ho bisogno di gente che lotti, meglio fare due presenze in meno ma essere al 100%, non posso stravolgere in continuazione”.

In difesa le scelte dovrebbero essere già fatte: “Camporese con me ha sempre fatto il “braccetto”. Vaisanen forse a sinistra è un po’ penalizzato quindi è probabile li inverta. Rigione dà sicurezza al reparto”.

ULTIMI RISULTATI

CLASSIFICA

ULTIMI TWEET

Condividi la news

Condividi questa news cliccando sul social