Vicenza-Cosenza: le pagelle rossoblù

Carmine Calabrese

Carmine Calabrese

Matosevic 7: la maglia da titolare lo ha responsabilizzato e aiutato a crescere. Sente la fiducia della società e della squadra e migliora di partita in partita. Sicuro nelle uscite e attento tra i pali, anche oggi è stato decisivo.

Hristrov 6,5: monta bene la guardia su Meggiorini, limitandone tantissimo la fantasia e la pericolosità.

Rigione 6,5: dal rientro di Vaisanen, ha ritrovato tanta sicurezza. Anche oggi ha giocato molto bene.

Vaisanen 7: è lui uno dei migliori acquisti del Cosenza. Dalle sue parti non passa nessuno. Domina l’area di rigore, spazzando pericoli sia di testa che di piede.

Di Pardo 5,5: probabilmente l’esordio dal 1′ contro la sua ex squadra gli gioca un brutto scherzo. Fino al suo infortunio alla spalla, infatti, non fa vedere i numeri mostrati contro il Brescia.

Kongolo 6,5: corre  lotta, sgomita, inventa, spezza il gioco e riparte. È un piacere vederlo giocare.

Palmiero 4,5: contro il Brescia aveva disputato una partita tatticamente e qualitativamente perfetta. Oggi, no. Oggi è ritornato ad essere l’anonimo centrocampista che, ormai da settimane, è quasi estraneo al gioco.

Boultam 5: agitato, nervoso, confusionario. Non riesce a trovare mai il giudizio giusto e sbagli quasi tutti i  tempi di inserimento.

Liotti 5,5: pensa più alla fase difensiva e non spinge come sa sulla sua fascia di competenza.

Caso 5,5: è stato il solito Caso. Crea spesso il panico nella retroguardia dei padroni di casa ma gioca lontano dalla porta. Troppo per creare pericoli.

Laura 5,5: ha fisicità e corsa ma, stranamente, vede poco la porta. Spreca malamente il gol del vantaggio.

SUBENTRATI

Situm 6: entra al posto dell’infortunato Di Pardo e gioca, prevalentemente, una gara difensiva. L’unico sussulto è quando crea l’occasione del rigore annullato dal Var per un suo fuorigioco. 

Larrivey 6: si vede che ha voglia e grinta. Gioca lontano dalla porta. 

Voca 6,5: mostra di avere intelligenza tattica ed anche una buona gamba. 

Florenzi: 6: entra e, come sua abitudine, “spacca” la partita, creando più di un grattacapo alla difesa veneta.  A volte è impressionante la facilità con cui salta l’uomo e prova a creare superiorità numerica. 

Bittante SV.

Occhiuzzi 5: ha più paura del suo Cosenza che della veemenza e della voglia di vincere del Vicenza. Disegna il solito Cosenza del 3-5-2, badando, soprattutto, a non perdere. Troppo poco, per una squadra che deve salvarsi.

ULTIMI RISULTATI

CLASSIFICA

ULTIMI TWEET

Condividi la news

Condividi questa news cliccando sul social