Cosenza-Spal: le pagelle rossoblù

Carmine Calabrese

Carmine Calabrese

Vigorito 6: si oppone con i piedi a Mancosu. Per il resto della gara, resta a fare lo spettatore. Peccato per quell’incertezza nell’uscita su Rossi.

Tiritiello 5,5: peccato per quella disattenzione difensiva su Pepito Rossi. Si lascia anticipare di testa e sovrastare in elevazione. Peccato.

Rigione 6: annulla Melchiorri. Si conferma leader della difesa, vincendo tutti i duelli in elevazione. Esce bene palla al piede. Anche lui, a tratti, soffre il campo allentato.

Venturi 6: mette la “museruola” agli attaccanti spallini, rendendoli inoffensivi. Cerca anche il tiro da fuori ma, il campo pesante e la “mira” non l’aiutano.

Anderson 5,5: da un giocatore della sua esperienza e della sua fisicità ci si aspetta sempre la giocata “top”. Prova a rendersi pericoloso sulla fascia ma, probabilmente, ancora risente del ritardo di condizione fisica.

Carraro 6: come già detto per Palmiero, anche lui cerca la giocata giusta per “aprire” la retroguardia estense.

Palmiero 6: come al solito si carica il Cosenza sulle spalle e fa “ragionare” il centrocampo. Peccato per quel “regalo” di Thiam non sfruttato a dovere.

Boultam 6: parte bene e prova a sorprendere la difesa avversaria con scatti e rasoterra. Peccato per quella svirgolata sul rinvio da cui nasce l’angolo che “premia” Rossi.

Situm 6,5: sulla sua corsia di competenza, quando decide di affondare, è imprendibile. Prova a “spaccare” la difesa avversaria ma anche lui deve fare i conti con il campo pesante e la Spal che difende bene tutti i varchi.

Gori 6: corre, difende, lotta, ruba palla. Ha la palla del gol del pari: questa volta la spara sopra la traversa.

Caso 5,5: soffre più il terreno di gioco che la marcatura asfissiante che Clotet gli piazza addosso. Le sue giocate, purtroppo, vengono limitate dal terreno pesante e finisce per consumare energie, inutilmente.

Subentrati

Millico 5,5: prova a metterci impegno, rabbia e voglia. Ma, a differenza di altre volte, oggi ha sofferto.

Florenzi 6: entra al posto di Boultam e prova a dare vivacità sulla fascia. Belle alcune sue accelerazioni

Kristoffensen sv

Pandolfi sv

Zaffaroni 6: secondo la “sua” tabella di marcia, oggi doveva essere il secondo step di questo “nuovo” campionato. Il campo pesante non favorisce molti dei suoi giocatori. Il resto lo fa la “sfortuna” che gli volta le spalle.

ULTIMI RISULTATI

CLASSIFICA

ULTIMI TWEET

Condividi la news

Condividi questa news cliccando sul social