Parma-Cosenza: le pagelle rossoblù

Carmine Calabrese

Carmine Calabrese

Vigorito 6: non è stato mai impegnato. Incolpevole sul gol. Continua ad essere incerto con il pallone tra i piedi. Deve ancora recuperare dall’infortunio.

Tiritiello 7: riscatta l’unica incertezza con una prestazione sontuosa, realizzando anche il gol dell’1-1.

Rigione 6,5: entra bene in partita, sempre preciso. Organizza bene la difesa, facendo salire la squadra.

Venturi 6: inizia la gara con qualche incertezza di troppo. Si fa sorprendere nell’occasione del gol. Nel secondo tempo riesce a neutralizzare gli attacchi avversari.

Anderson 5,5: si limita alla sola fase difensiva, facendo mancare alla squadra le sue accelerazione sulla fascia di competenza.

Carraro 7: anche se, ancora una volta, si dimostra lento nei movimenti, riesce sempre a trovarsi tra le linee di passaggio avversarie.

Palmiero 7,5: torna ai suoi livelli e fornisce una prestazione convincente, caricandosi sulle spalle la squadra e tutte le azioni offensive partono da lui.

Vallocchia 6: partenza timida. Forse la maglia da titolare spiazza anche lui. Prende le misure in campo, solo nella metà del secondo tempo.

Situm 7: spazia su tutta la fascia, facendo bene le due fasi. “Morde” le caviglie degli avversari.

Caso 7,5: una vera spina nel fianco della difesa parmense. A tratti è imprendibile. Sfiora diverse volte il gol.

Gori 7: finalmente il Cosenza ha un attaccante a tutto tondo. Si sacrifica rientrando, fa da torre e gioca bene di sponda. Intesa in continua crescita con il suo compagno di reparto. Gli è mancato solo il gol. Peccato.

Zaffaroni 7: nel primo tempo non riesce a far girare la squadra e questo crea confusione tra gli undici in campo. Il gol preso ne è una dimostrazione. I quindici minuti di pausa, sono stati fondamentali per dare la “sveglia” alla squadra e la svolta alla partita.

Subentrati

Boultam 7: innesto decisamente positivo. I 31′ giocati hanno dimostrato di aver recuperato bene dall’infortunio.

Florenzi 6,5: entra con personalità, dimostrando di avere voglia e la determinazione giusta per meritarsi una maglia da titolare.

Millico s.v.: troppo poco in campo per un giudizio.

Gerbo 6: entra per far rifiatare Palmiero. Peccato per quel tiro che ha “accarezzato” la traversa.

ULTIMI RISULTATI

CLASSIFICA

ULTIMI TWEET

Condividi la news

Condividi questa news cliccando sul social