Primavera: il Cosenza batte la Ternana ma nel secondo tempo fatica troppo

Riccardo Tucci

Riccardo Tucci

Il Cosenza porta a casa tre punti e questa è la cosa importante, ma c’è da lavorare ancora. Ad un buon primo tempo, giocato su buoni ritmi e con alcuni spunti interessanti, soprattutto sulla fascia destra dell’attacco silano con Caizza e Cimino, ha fatto seguito una ripresa assolutamente sotto tono. Inutile lo sgolarsi del tecnico Altamura che ha più volte sollecitato i propri ragazzi a giocare, visto che sembrava avessero staccato la spina, ma non è valso a nulla; Cosenza in affanno e Ternana che, seppur con evidenti limiti tecnici, ci ha messo l’anima per cercare di raggiungere il pareggio. Nella prima frazione il Cosenza va in gol con un colpo di testa di Sirimarco in mischia, ma neanche il tempo di esultare che Szyszka mette giù in area un avversario ed ecco il rigore del pareggio; questa cosa dei calci di rigore sta diventando una costante molto preoccupante, siamo già al quinto (Reggina, 2 col Frosinone, Crotone ed oggi). Il Cosenza riprende a giocare e passa in vantaggio con Arioli che allo scadere della prima frazione mette dentro il terzo gol su calcio di rigore. Nella ripresa ti aspetti un Cosenza che chiuda la partita ed invece la Ternana la riapre su un errata applicazione del fuorigioco con Monaldi all’81’. La pressione dei rossoverdi nei minuti finali, per fortuna e ber attenzione del Cosenza, non produce effetti sul risultato che prima Cimino e poi Zilli nel recupero avrebbero potuto arrotondare.

Questo il tabellino del match:
Cosenza: Borrelli, Cimino, De Rogatis (52’ Bapignini), Aceto, Szyszka, Sirimarco, Spingola, Caracciolo, Arioli, Caizza, Di Fatta (46’ Zilli). A disposizione: Pezzella, Costanzo, Esposito, Gigliotti, Perrotta, Portogallo, Maccari, Marino, Mazzarino. All. Antonello Altamura
Ternana: Morlupo, Canale, De Luca (46’ Ousmane), Toffanin, Benedetti, Currieri, Sabatini (65’ Tunkara), Kelo (46’ Monaldi), Falanga (77’ Persio), Lamberti, Cardoni (46’ Quirino). A disposizione: Cupi, Mecarini, Manucci, Marietti, Bracaglia, Nunzi. All. Ferruccio Mariani
Arbitro: Giuseppe Mucera di Palermo
Assistenti: Francesco Picciché di Trapani e Mario Chichi di Palermo
Marcatori: 14’ Sirimarco, 15’ Falanga (rig.), 32’ e 45’ Arioli (rig.), 81’ Monaldi
Note: la gara è stata disputata sul terreno di gioco dello stadio “Romolo Di Magro” di Taverna di Montalto (CS) alle ore 11:00. Giornata nuvolosa. Spettatori circa 40 assiepati dietro il muro di cinta. Al 37’ Di Fatta ha colpito la traversa. Ammoniti: 28’ Sabatini, 58’ Monaldi, 73’ Falanga e Borrelli per reciproche scorrettezze, 92’ Cimino per aver simulato in area. Calci d’angolo: 9-4 per il Cosenza (p.t.: 8-1). Tempo recuperato: p.t.: 1; s.t.: 4

Comunque è un periodo di grazia per i ragazzi silani che oltre ad aver battuto la Ternana stamattina, in settimana hanno espugnato il terreno del Napoli in Coppa Italia. La vittoria, arriva dopo aver battuto il Crotone nel primo turno ed è un successo di platino perché adesso la formazione di Altamura affronterà, il primo dicembre, la Roma a Trigoria sicuramente con l’obiettivo di fare una bella figura, ma senza nascondere qualche ambizione più importante. Per il momento, da qui ad un mese, in mezzo ci sono tante gare di campionato, a cominciare dal prossimo turno che vedrà impegnati i rossoblù sul terreno dell’ostico Perugia.

ULTIMI RISULTATI

CLASSIFICA

ULTIMI TWEET

Condividi la news

Condividi questa news cliccando sul social