COSENZA-TERNANA VISTA DALLA TRIBUNA

Roberto Stancati

Roberto Stancati


Partita vibrante, splendida e vittoria meritata di un commovente Cosenza che si rialza dopo la prova opaca di Benevento e ha la meglio su una irriducibile Ternana fortissima nel gioco offensivo ma incerta in difesa e superata nei primi dieci minuti dai furetti silani. Che bel Cosenza, è difficile stilare graduatorie di merito in una serata che ci ha riconciliato con il calcio. La squadra di Zaffaroni ha tenuto sempre la barra dritta e ha resistito bene agli assalti degli umbri. Da Vigorito che in pieno recupero neutralizza per due volte il rigore fatto ripetere dall’arbitro, al pacchetto arretrato, dal ragazzino terribile Florenzi che sembra un veterano a Palmiero e Carraro, dal funambolico Caso a un sontuoso Gori sino a Millico
e a tutti gli altri che si sono sacrificati e hanno lottato nel convulso finale. Un Cosenza che ha vinto sapendo soffrire e che trova per ora solo al “Marulla” una forza non comune. La vittoria contro una Ternana che ha mostrato tutto il suo valore è preziosissima e consente ai silani di affrontare i prossimi difficili impegni con relativa tranquillità a iniziare da Lecce lunedì prossimo.

ULTIMI RISULTATI

CLASSIFICA

ULTIMI TWEET

Condividi la news

Condividi questa news cliccando sul social