Ci ha lasciati un altro pezzo di storia rossoblù

Ernesto Pescatore

Ernesto Pescatore

Rafele ci ha lasciati, Rafele Mandoliti, soprattutto Rafele du Gatto Nero, mitico bar nel quale sono cresciute intere generazioni di sportivi rossoblù. Quanti ricordi, quante serate a parlare, gioire e soffrire per il nostro Cosenza. Il Caffè è chiuso da tempo, tutto è tritato nella macchina spietata dello scorrere della vita, eppure quando si passa da quel tratto di corso Mazzini le voci, le presenze del passato diventano presente e i ricordi si materializzano in un malinconico sentire.

Grande tifoso Rafele, grande senso di appartenenza ai colori rossoblù, mai una critica e tanto affetto verso ogni membro della squadra. Ricordo dopo un 1-5 subito a Barletta che lui cercava di consolarci, che la colpa era sempre della dea bendata e che non avevamo demeritato!! Partecipare alle trasferte con lui era un trionfo di spensieratezza con quei broccoli e salsiccia mangiati sul tettuccio della macchina e che avevano il sapore dell’avventura, il suo passeggiare nel corridoio della tribuna B vicino al fossato dove poco vedevamo ma a lui poco importava e i gol se li faceva raccontare! Grande tifoso Rafele ma anche persona umile e rispettosa, un vero signore che sapeva accogliere sempre con il sorriso e con quel suo “Novita?” che faceva partire ore e ore di discussioni sul Cosenza e dintorni, molto Cosenza e pochi dintorni per la verità. Con la sua scomparsa perdiamo un amico e un personaggio tipico di quel calcio genuino che oggi non esiste più e che noi non smetteremo mai di rimpiangere, ti immaginiamo a braccetto con Gigino Lupo e gli altri grandi padri del tifo rossoblù che hanno contribuito a fare la storia di questa meravigliosa squadra.

ULTIMI RISULTATI

CLASSIFICA

ULTIMI TWEET

Condividi la news

Condividi questa news cliccando sul social