Di Carlo: A Cosenza vogliamo dare un segnale perché dobbiamo fare di più

Redazione Solocosenza

Redazione Solocosenza

Mister Di Carlo ha incontrato la stampa, alla vigilia della gara di campionato contro il Cosenza, in programma domani alle ore 14:00, allo Stadio San Vito-Gigi Marulla.

Le prime due gare? Con il Cittadella secondo me potevamo anche pareggiare, loro poi hanno vinto anche contro il Crotone, mentre con il Frosinone la non reazione non è piaciuta a nessuno. Le critiche sono giuste e le accettiamo, però quelle critiche dobbiamo trasformale in applausi, nella rosa del Vicenza ci sono le qualità per venirne fuori. Io sento tutti vicini, anche i tifosi. Ringrazio quanti ci sostengono ed invece dobbiamo far ricredere coloro che sono attualmente arrabbiati per i risultati.

Le aspettative? Sono passate solo due giornate. Bisogna guardare una partita alla volta, concentriamoci su Cosenza, la squadra ha la qualità per fare le vittorie. Capisco il pubblico sia impaziente e negativo dopo le sconfitte, visti gli ultimi vent’anni, ma in questi ultimi due anni insieme alla proprietà che è seria e sta dimostrando con i fatti il progetto, ma dobbiamo essere noi in campo a far tornare il sole e si può fare solo con il lavoro e con la convinzione di fare punti. Ai ragazzi ho chiesto di fare la partita con coraggio.

Modulo? Il modulo è fine a se stesso se non cambia l’atteggiamento, la compattezza di squadra e il gioco. Abbiamo provato il 4-3-3 e il 3-5-2.

Taugordeau e Ranocchia? Potrebbero giocare entrambi, Ranocchia è più avanti nella condizione, ho un po’ di dubbi perché due hanno preso delle botte. Meggiorini sta bene, finalmente ha svolto gli allenamenti con la squadra, mancheranno Cester e Lanzafame.

Cosenza? Vogliamo dare un segnale, io lo aspetto perché dobbiamo fare qualcosa in più, soprattutto sotto l’aspetto dell’atteggiamento e della continuità dello stesso. Sono convinto che domani arriverà una buona prestazione e arriverà il risultato. Dobbiamo mettere in campo personalità e coraggio.

Io in discussione? Siamo all’inizio del campionato, nessuno è contento, ma c’è tempo per migliorare la classifica, i giocatori possono crescere. Io mi baso sul lavoro e sul momento, non penso a quello che potrà succedere dopo, devo solo lavorare. Se non arrivasse il risultato, proveremo a vincere contro il Pisa. Fiducia e lavoro sul campo, sono convinto delle nostre qualità. A marzo capiremo se staremo facendo un campionato per la salvezza o per guardare più in su.

600 panchine in carriera domani? Cercheremo di festeggiare queste 600 gare. Anche se mi sento ancora giovane, come se fosse la prima volta. C’è sempre la possibilità di rifarsi e ripartire e noi dobbiamo fare questo, ripartire dalle nostre qualità”.

(Fonte sito ufficiale lrvicenza.net)

ULTIMI RISULTATI

CLASSIFICA

ULTIMI TWEET

Condividi la news

Condividi questa news cliccando sul social