Conferita la cittadinanza onoraria a Gigi Marulla, il figlio Kevin: “Oggi c’è il sigillo definitivo dell’amore tra mio Padre e questa città”

Eliseno Sposato

Eliseno Sposato

Con una sobria cerimonia tenutasi all’interno del cimitero comunale di Cosenza, Il sindaco Mario Occhiuto ha conferito la cittadinanza onoraria a Gigi Marulla, il più grande campione sportivo che la nostra città annovera tra i suoi figli prediletti, e le cui gesta, non solo sportive, restano nel cuore di quanti lo hanno conosciuto anche fuori dal terreno di gioco.

Presenti oltre al Primo cittadino di Cosenza anche il consigliere comunale Falbo, primo firmatario della proposta ed il consigliere regionale Caputo, oltre ai familiari del bomber di Stilo: la signora Antonella Mirabelli, ed i figli Kevin ed Ylenia. In rappresentanza del Cosenza Calcio era presente l’addetto stampa Gianluca Pasqua.

Tra i presenti in maniera discreta e visibilmente commossi c’erano anche l’ex presidente del Cosenza 1914, Paolo Fabiano Pagliuso e l’amico di sempre Michele Cosenza.

Il Sindaco Occhiuto nel breve discorso ha tenuto a sottolineare di essere “onorato di poter chiudere con questa cerimonia il mio mandato da Sindaco”, sottolineando come “Marulla è un eroe dello sport ricordato da tutti i cosentini pur non essendo nato a Cosenza. Ma non è la nascita che ti lega all’identità di un territorio ma è quello che si fa. Gigi Marulla è stato un campione nello sport, il capocannoniere della storia del Cosenza ma ha dato esempio non solo nel mondo del calcio, ma anche un esempio di vita visto come è sempre stato vicino alle persone più svantaggiate. Ha aiutato le persone bisognose silenziosamente. E’ una persona che è rimasta sul cuore di tutti. Un grande uomo, un grande sportivo ed un grande cittadino di Cosenza. Al quale oggi tributiamo questa onorificenza”.

Subito dopo ha preso la parola in rappresentanza della famiglia Kevin Marulla oggi Team Manager della squadra silana che ha sottolineato con il cuore: “Innanzitutto ci tengo a ringraziare il Sindaco Occhiuto, il consigliere Falbo e tutta l’amministrazione comunale che hanno voluto tributare questo omaggio a mio Padre. 
Questo è un gesto
 – ha proseguito Kevin – che sugella il matrimonio d’amore tra mio Padre e questa città. Quando tocchi con mano queste dinamiche fatte di un amore eterno l’emozione è ancora più grande. Tra mio padre e Cosenza c’è sempre stato un rapporto fatto di tanto amore. A partire da quello che ha fatto in campo per proseguire con il rapporto con la gente che ancora oggi testimonia il suo amore verso di lui. Senza dimenticare il centro sportivo che ha lasciato in eredità al tessuto sociale dell’area urbana e che dobbiamo ben custodire. La sua umiltà e la sua generosità sono alla base dei gesti di stima che si susseguono. E per arrivare a ciò, non basta quello che si fa sul campo. Sono orgoglioso di quello che ha lasciato dal punto di vista umano”. “ Oggi– ha detto in conclusione – c’è il sigillo definitivo di questo amore con la città”. 

ULTIMI RISULTATI

CLASSIFICA

ULTIMI TWEET

Condividi la news

Condividi questa news cliccando sul social